Copertura automatica per piscina Header

Tutte le coperture per la tua piscina: vantaggi e modelli disponibili

Avere una piscina è bellissimo, se non fosse per le alghe, gli insetti, le foglie, l’acqua fredda e la manutenzione in primavera. Tutti questi piccoli disguidi possono essere facilmente risolti con una copertura! Non ci credi? Continua a leggere per scoprire le soluzioni disponibili e i vantaggi offerti da una copertura per piscine. 

Perché usare una copertura per piscina  

Forse lo hai già intuito da solo, ma ci teniamo a ribadirlo. Se copri la vasca della tua piscina quando non la usi 

  • Eviti frequenti rabbocchi. Con una copertura, l’acqua che evapora resta “intrappolata” e ricade nella vasca, riducendo il numero di volte in cui devi aggiungerla per mantenere stabile il livello. 
  • Attenui gli sbalzi termici. D’estate le giornate sono torride, ma le serate possono essere piuttosto fredde, con la conseguenza che l’acqua si raffredda e il mattino seguente è impossibile tuffarsi prima di mezzogiorno. Con una copertura per piscine eviti che l’acqua si raffreddi troppo durante la notte o durante i giorni di pioggia e puoi tuffarti senza paura da giugno a settembre inoltrato. 
  • Previeni alghe e batteri. Le coperture per piscine sono spesso di colore scuro e fanno da protezione solare per l’acqua, così che al suo interno non possano proliferare alghe, batteri e microorganismi. 
  • Mantieni l’acqua pulita. Se copri la vasca quando non la usi, eviti che insetti, foglie e polvere facciano festa quando tu non ci sei, e mantieni l’acqua pulita più a lungo. 
  • Risparmi sui prodotti chimici. Se l’acqua resta pulita più a lungo, non devi continuare ad aggiungere cloro e altri prodotti per disinfettarla, con un notevole risparmio sia sui costi di manutenzione che sull’inquinamento ambientale. 
  • Limiti le manutenzioni straordinarie. Durante l’inverno l’acqua di una piscina coperta non ghiaccia. Questo significa che, anche se non svuoti la vasca, la struttura non si rovina durante i mesi più freddi e non devi rifare il rivestimento interno ogni 2 anni. 
  • Tuteli i tuoi bambini. Una copertura per piscina impedisce cadute accidentali in acqua, incidenti che capitano soprattutto a chi ha bimbi piccoli. I più piccoli non vedono il pericolo e adorano tuffarsi anche se non sanno nuotare! 
Copertura per piscina quattro stagioni

Coperture estive e coperture invernali

Prima di addentrarci sulle tipologie di coperture disponibili, facciamo chiarezza sul loro utilizzo.

Le piscine possono essere coperte da 3 soluzioni diverse in base alle esigenze: 

  • Coperture estive, facili da togliere e mettere. Sono l’ideale per coprire la piscina nelle serate estive e nelle mezze stagioni. 
  • Coperture invernali, più resistenti ma più complesse da posizionare. Sono perfette per lunghi periodi di inutilizzo della piscina, come accade da ottobre a maggio. 
  • Coperture 4 stagioni, sono coperture adatte tutto l’anno, spesso motorizzate per velocizzare l’apertura e la chiusura della vasca.

5 tipologie di coperture per piscina

1. Tapparelle

Soluzioni adatte a tutte le stagioni, sono composte da una tapparella in PVC molto resistente.

Quando la piscina è aperta, la tapparella è arrotolata su un rullo in un locale tecnico nascosto a bordo vasca, mentre a piscina chiusa crea una pavimentazione molto elegante, spesso calpestabile, che rende l’acqua invisibile. È adatta soprattutto a vasche interrate

2. Teli in pvc 

I teli in PVC sono antistrappo, anti raggi UV e possono essere sia motorizzati che montati con tiranti.

I teli in PVC motorizzati sono molto simili alle tapparelle, anche se non possono essere calpestati, e vengono tirati grazie ad un meccanismo elettrico.

I teli in pvc con tiranti, invece, sono montati soprattutto su piscine fuori terra e vengono legati al bordo con delle funi. 

Alcuni teli in PVC possono presentare una struttura in tubi di alluminio parallela al lato corto della piscina che li rende più resistenti.

L’opzione motorizzata può essere usata in tutte le stagioni,mentre i teli in PVC con tiranti sono più adatti per le coperture invernali.

Il consiglio in più: Quando acquisti un telo in PVC fai attenzione che sia dotato di griglia drenante per evitare che l’acqua piovana ristagni al centro del telo creando una pozzanghera nauseabonda che preme sulla struttura.

Copertura piscina in pvc

3. Teli a rete 

Questa tipologia di copertura è molto scarna e si compone di una rete a maglia fine che fa passare l’acqua piovana, ma trattiene foglie e insetti.

Si tratta di una copertura tipicamente estiva e protegge solo dallo sporco, ma non riesce a contrastare l’evaporazione dell’acqua e gli sbalzi termici. 

4. Teli a bolle d’aria e a mousse

I teli a bolle d’aria e i teli a mousse sono un’altro tipo di coperture estive.

La loro struttura li rende leggeri e galleggianti, per questo sono solo adagiati a filo dell’acqua e raramente vengono fissati ai bordi.

Sono utili contro lo sporco e la dispersione termica, possono salvare la vita ad un bambino che cade accidentalmente nella vasca, ma non possono essere calpestati da un adulto perché sprofonderebbero sotto il livello dell’acqua.

5. Coperture telescopiche

Si tratta di coperture tipicamente invernali che creano una bolla in PVC o altri materiali plastici.

La bolla copre sia la piscina che lo spazio circostante, creando un microclima caldo e accogliente dove è possibile trascorrere pomeriggi in costume anche quando fuori ci sono pochi gradi. 

Hai scelto la copertura che fa per te? Richiedi un preventivo ai nostri professionisti e trova la soluzione più adatta alle tue esigenze e al tuo budget!

Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp