Finestra apertura scorrevole

Serramenti: qual è la tipologia di apertura migliore?

Anta a battente, a vasistas, a ribalta, scorrevole o a bilico? Caratteristiche e pro e contro delle aperture per finestre. Trova quella giusta per te

Spesso nello scegliere i serramenti si dà importanza solo ai materiali e al tipo di vetro, trascurando il tipo di apertura. La scelta del sistema di apertura è invece molto importante poiché influirà non solo sulla qualità della luce della tua casa, ma anche sul ricambio dell’aria e sulla facilità di pulizia delle tue finestre.

Prima di acquistare delle finestre a caso, leggi la nostra classifica delle 5 migliori aperture e trova quella più adatto alle tue esigenze.

1. Anta battente

L’apertura più diffusa è quella ad anta battente, che si caratterizza dalla presenza di un telaio a una o a più ante apribili verso l’interno o l’esterno. L’anta è fissata al telaio verticalmente attraverso cerniere laterali che ne consentono la rotazione.

PRO

  • Buona areazione degli ambienti
  • Facile da pulire

CONTRO

  • Ingombrante
  • Non adatta ad infissi di grandi dimensioni
Finestra anta battente

2. Anta Vasistas

L’apertura a vasistas consente solamente un’apertura parziale della finestra verso l’interno. Le cerniere sono infatti posizionate nella parte inferiore del telaio ed è quindi possibile aprire solamente una fessura sulla parte superiore della finestra. Questa tipologia di infissi è la soluzione ideale per spazi piccoli o arieggiare ambienti che non necessitano di affacci, come bagni, cantine e lucernari.

PRO

  • Poco ingombrante
  • Adatta a piccoli spazi

CONTRO

  • Difficile da pulire
  • Non consente l’affaccio

3. Anta a Ribalta

L’anta a ribalta combina l’anta a battente e quella a vasistas, potrai quindi scegliere di aprire completamente la finestra o di aprire solamente la parte superiore utilizzando una sola maniglia.

PRO

  • Funzionale e versatile
  • Facile da pulire
  • Consente di arieggiare casa anche quando piove

CONTRO

  • Costo elevato

3. Anta Scorrevole

Nei serramenti ad apertura scorrevole, è possibile spostare lateralmente le singole ante (su uno o due lati) grazie a binari paralleli montati sul telaio. Questo tipo di apertura è la soluzione ottimale se disponi di poco spazio o se hai vetrate molto ampie e, dato che il peso del vetro è caricato sul telaio fisso, ti consente di utilizzare dei vetri più spessi.

Lo scorrimento delle ante può essere di 3 tipi:

  • Alzante: composto da un’anta fissa e un’anta che si alza e scorre in maniera parallela sulla prima. Questa soluzione permette di avere delle soglie allo stesso livello del pavimento.
  • Traslante: composto da un’anta fissa e un’anta che, quando viene chiusa, trasla sullo stesso piano di quella fissa. Le ante risultano in questo modo perfettamente complanari. Questa soluzione ti consente anche di scegliere un’apertura a ribalta per l’anta scorrevole.
  • A scomparsa: l’anta scorre all’interno della parete, scomparendo alla vista.

PRO

  • Ottimizza gli spazi
  • Ambienti luminosi
  • Elevato isolamento termo-acustico 

CONTRO

  • Costi elevati
Finestra scorrevole

4. Anta a bilico

L’apertura a bilico si caratterizza per la presenza di una sola anta che ruota orizzontalmente o verticalmente intorno ad un asse posto al centro della finestra. Grazie a questa struttura, l’anta può ruotare fino a 180° sull’asse consentendoti un ottimo ricambio d’aria.

PRO

  • Ottima per serramenti di grandi dimensioni
  • Facile da pulire

CONTRO

  • Ingombrante
  • Non consente l’installazione di zanzariere e oscuranti

5. Anta a libro

In questo tipo di apertura le ante sono pieghevoli e sono attaccate al telaio orizzontalmente. Delle carrucole di scorrimento fanno sì che i vetri scorrano paralleli al telaio impacchettandosi l’uno sull’altro proprio come se fossero delle pagine di un libro.

PRO

  • Poco ingombrante
  • Funzionale
  • Ottimizza gli spazi

CONTRO

  • Richiede manutenzione costante
Finestra apertura a libro

Aperture che pochi conoscono

Ci sono poi due tipologie di aperture che pochi conoscono: l’apertura a ghigliottina e l’apertura a sporgere.

L’apertura a ghigliottina, chiamata anche “sali-scendi” , è una soluzione salva spazio che si compone di due parti che scorrono verticalmente. La parte inferiore è mobile e scorre sulla parte superiore che è invece fissa.

Un’atra soluzione poco ingombrante è l’apertura a sporgere, in cui l’anta, quando si apre la finestra, si solleva verso l’esterno dal basso verso l’alto, rimanendo all’esterno dell’abitazione.

PRO

  • Poco ingombranti

CONTRO

  • Delicatezza del meccanismo di apertura/chiusura
  • Difficili da pulire

Ora che conosci i diversi tipi di aperture per i tuoi serramenti, non sai quale sia il migliore per te? Affidati all’esperienza dei nostri professionisti. Richiedi fino a 3 preventivi senza impegno e scegli quello più adatto a te.

I servizi e i contenuti di BAUTRUST per i proprietari di casa vengono trasferiti su HOUZY