Bagno con Parquet Header

Parquet in bagno: sì o no?

Ecco i consigli dei professionisti BAUTRUST per scegliere il parquet giusto per il bagno e godere del piacere di camminare a piedi nudi su un materiale naturale anche quando sei appena uscito dalla doccia. 

Per te abbiamo un’ottima notizia! Se fai attenzione al tipo di legno che utilizzi, alla posa e alla pulizia quotidiana, il parquet in bagno può essere addirittura più funzionale delle solite piastrelle. Se adori il calore del legno e la naturalezza delle sue venature, siamo certi che vorresti pavimentare tutta la tua casa con il parquet, bagno compreso.

Sfatiamo un mito: il parquet non teme l’acqua  

Dai tempi degli antichi egizi e dei fenici, le imbarcazioni sono state realizzate in legno perché questo materiale non teme l’acqua in senso assoluto.

Trattato con i giusti rivestimenti, il legno può diventare idrorepellente e mantenere la sua forma e la sua robustezza anche in mezzo ad una tempesta, figuriamoci nel bagno di casa.

Il parquet usato per il bagno non gode dei trattamenti usati per il settore nautico, ma è anche vero che il parquet del bagno non viene immerso in acqua per settimane intere, per questo i trattamenti effettuati sui singoli listelli sono più che sufficienti per proteggere la tua pavimentazione dagli schizzi del lavandino e dalle gocce che cadono a terra dopo un bagno caldo. 

Il segreto del parquet in bagno: la posa 

Un altro aspetto da valutare quando vuoi posare il parquet in bagno è il tipo di legno.

Alcuni legnami, come il Teak, il Doussiè, ma anche il Merbau o l’Iroko, sono molto più resistenti all’acqua e non si gonfiano ne cambiano colore anche se vengono posati in ambienti umidi.

Altri legni, come può essere il rovere, sono invece più soggetti ai danni da acqua e possono presentare macchie scure dovute al rilascio di tannino, un colorante naturale che è presente in maggior quantità nelle fibre di questi legami. Inoltre, anche la finitura dei listelli può influire sulla resa finale.

Un parquet oliato è molto più poroso di uno verniciato e potrebbe assorbire più facilmente l’umidità, mentre su un parquet verniciato le gocce d’acqua restano in superficie più a lungo e puoi facilmente asciugarle con uno straccio. 

La manutenzione del parquet in bagno 

Il parquet in bagno deve essere pulito con cura, ma senza prodotti aggressivi che potrebbero rovinarne la superficie.

Aspirare la polvere e pulire con un panno umido è più che sufficiente per mantenere il parquet sano e bello negli anni.

Per quanto riguarda la scelta dei prodotti giusti, invece, fai sempre affidamento su un negozio specializzato e diffida dei prodotti da supermercato, spesso troppo aggressivi per i parquet in legno.

Inoltre, è importantissimo evitare il ristagno d’acqua e umidità sulla superficie, per cui dopo un bagno caldo apri la finestra per far uscire l’aria umida e utilizza un tappetino per assorbire le gocce che potrebbero cadere a terra.

Nel caso di incidenti domestici, poi, non disperare: prima di rovinare un parquet di qualità, il bagno deve restare allagato per giorni interni e non è di certo una lavatrice che perde a far gonfiare e sollevare i singoli listelli!

Vuoi posare il parquet in bagno senza la paura che si gonfi o si scolli dopo poco? Affidati ai professionisti di BAUTRUST e trova il parchettista giusto per la pavimentazione del tuo bagno.

Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp