Le pulizie necessarie dopo una ristrutturazione

Le pulizie necessarie dopo una ristrutturazione

Dopo un lavoro di ristrutturazione, quali sono le pulizie necessarie per togliere scarti, polvere e detriti in casa? Ne parliamo in questo articolo.

Quando ristrutturi casa e intervieni sugli impianti, sui rivestimenti e sulle opere murarie, a fine lavori è normale trovare polvere e scarti di materiale in ogni dove. Prima di tornare ad abitare i tuoi spazi devi quindi provvedere ad un’adeguata pulizia post-ristrutturazione che rimuova tutti i residui senza rovinare le superfici. Ecco come interviene un’impresa di pulizie esperta.

Le pulizie di sgrosso 

Con il termine pulizie di sgrosso intendiamo una pulizia straordinaria che viene effettuata in occasione delle ristrutturazioni, ma che possono essere fatte anche quando entri in una casa appena costruita o in una casa che è stata abitata da altri prima di te. 

Si tratta di un’operazione molto accurata che parte da una pulizia approssimativa degli spazi interni ed esterni, per arrivare a rimuovere anche i residui più ostici, come le macchie di vernice dai vetri o la polvere dagli zoccolini e dalle fughe delle piastrelle

Pulizie professionali post-ristrutturazione

I vantaggi di una pulizia post-ristrutturazione 

Con le pulizie di sgrosso vai a pulire i tuoi ambienti prima di abitarli ed eviti di convivere con macchie e polvere di calcinacci per mesi, ma non solo. Se effettuata con cura, la pulizia post-ristrutturazione ti permette di sanificare gli ambienti rimuovendo germi e batteri che potrebbero insidiarsi sulle ceramiche del bagno o negli angoli della casa. Inoltre, le pulizie di sgrosso vengono effettuate con prodotti e attrezzature specifiche che rendono le superfici più brillanti, evitano gli aloni e non le graffiano, per darti infissi, pavimenti e porte belle come quelle dei cataloghi! 

Come si pulisce casa dopo una ristrutturazione?

La polvere che trovi dopo i lavori di ristrutturazione è ben diversa dalla polvere quotidiana che si forma in una casa ed è composta per lo più da scarti di calcinacci, legno, piastrelle, fili di rame… tutti materiali che potrebbero graffiare le superfici e rovinarle per sempre. Durante le pulizie post-ristrutturazione è quindi fondamentale non trascinare e sfregare la polvere sulle superfici.

Per quanto riguarda i prodotti chimici, un’impresa di pulizia utilizzerà soltanto quei prodotti che rispettino i materiali usati per i rivestimenti, come ad esempio detergenti acidi per i pavimenti, prodotti antimacchia per il gres porcellanato, acqua e ammoniaca per vetri, sgrassatori per porte e infissi. Utilizzerà poi veline acchiappa polvere, piumini, spugne morbide e stracci bianchi in microfibra che non graffiano le superfici e non rischiano di lasciare macchie di colore quando entrano in contatto con i detergenti chimici. 

Il consiglio in più: i prodotti professionali per la pulizia possono venire in tuo aiuto anche quando svolgi le pulizie domestiche. I detergenti aciduli di profondità, per esempio, riescono a rimuovere le macchie più difficili e portano i tuoi pavimenti al loro splendore anche anni dopo che li hai posati. 

Come si organizza una pulizia post-ristrutturazione?

Nelle pulizie post-ristrutturazione vale la regola generale delle pulizie di casa: si parte dall’alto e pulisce verso il basso. Per prima cosa bisogna raccogliere tutti gli scarti di cantiere come calcinacci, viti, ritagli di tubi, cartoni, cavi elettrici e tutto quello che gli operai possono aver dimenticato in giro. Quanto dura questa prima fase dipende molto dai professionisti ai quali ti sei affidato: se hai scelto aziende poco attente avrai molto da fare, se hai scelto professionisti seri e affidabili, il grosso del materiale sarà già stato buttato e tu devi occuparti solo di togliere la polvere!

Una volta che la stanza è libera dagli scarti, si inizia dalle superfici verticali, dalle porte e dagli infissi, e si procede a rimuovere macchie di vernice e stucco usando un raschietto. Un piumino può esserti utile per togliere il grosso della polvere, per far splendere i vetri, le porte e gli infissi si usano soluzioni di acqua e ammoniaca. Se non hai un riscaldamento a pavimento, in questa fase si devono pulire con attenzione anche i termosifoni.

Quando si è terminato con le pareti verticali, il professionista di pulizie può passare ai pavimenti. In questo caso il prodotto giusto da usare dipende dal tipo di pavimento che hai scelto: gres, resina, piastrelle, parquet, marmo hanno tutti caratteristiche diverse e non si può usare lo stesso prodotto per pulirli tutti. Esiste però una regola generale da non dimenticare mai: non strofinare! 

Dopo i pavimenti, si procede con la pulizia dei sanitari utilizzando anticalcare, sgrassatori e prodotti specifici per far brillare le ceramiche. Un’impresa di pulizie andrà a coprire le rubinetterie, perché i vapori acidi di questi prodotti potrebbero macchiarle. Dopo aver tolto il grosso, utilizzerà dei pulitori a vapore per sanificare l’ambiente. 

Concluso il lavoro, si procede a pulire di nuovo tutto come se trattasse di pulizie ordinarie, in questo modo potrai ammirare la tua nuova casa pulita e splendente! 

Non vedi l’ora di entrare nei tuoi nuovi spazi, ma hai la nausea al pensiero delle pulizie postristrutturazione? Affidati ad un’impresa specializzata che pulisca la casa al posto tuo! Richiedi un preventivo senza impegno alle imprese di pulizia di BAUTRUST.

Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp