giardino verticale bagno

Giardino verticale? Ecco come portare il verde all’interno della tua casa

Se vorresti creare un’oasi verde direttamente in casa per migliorarne anche la qualità dell’aria, ecco alcuni consigli che puoi seguire.

Quando si ha poco spazio a disposizione fuori casa, la tendenza è quella di portare tutto all’interno. Ma come fare? Come rendere originale e di design un giardino dentro casa?

In realtà la risposta è molto semplice: il salotto, il corridoio, qualsiasi parete, può diventare una zona verde con il giardino verticale.

Come si realizza un giardino verticale?

Le piante che vanno a formare i giardini verticali, non poggiano direttamente sulle pareti perché potrebbero rovinare le mura con infiltrazioni e umidità.

Per essere sostenute hanno bisogno di una struttura portante, il telaio. Questo può essere composto da una struttura in alluminio o in PVC espanso successivamente rivestito in base alle necessità.

giardino verticale interno casa

Più il giardino verticale è piccolo, più le soluzioni alternative sono facili da trovare, in alcuni casi bastano semplici vasetti di vetro o sacchetti di juta da appendere singolarmente alla parete in base al tuo gusto per creare una struttura verde e rigogliosa.

La scelta delle piante da mettere all’interno del giardino verticale dipende molto dalla grandezza, dalla luminosità della parete (se è in piena luce o meno) e, infine, da quanto spazio hai a disposizione.

In generale le piante più adatte sono quelle grasse perché hanno bisogno di poca acqua e poche attenzioni.

Pro e contro del giardino verticale

Il giardino verticale, oltre a favorire una buona ossigenazione della stanza in cui è collocato, permette anche di avere un’alternativa ai classici quadri sulla parete e quindi di risaltare pareti che altrimenti resterebbero fredde e anonime.

La funzione principale delle piante resta comunque quella di ossigenare la stanza, ma soprattutto di limitare la presenza di polveri inquinanti all’interno dell’appartamento perché fungono da filtro naturale.

giardino verticale quadri piante

Accanto ai vantaggi ci sono anche degli aspetti negativi.

Per assicurare il benessere delle piante ed evitare che si ostacolino a vicenda sovrapponendosi, devi controllarne la crescita e il loro stato: richiedono una manutenzione costante.

Lo stile da interno

A differenza dei giardini verticali esterni, quelli interni devono adattarsi allo stile della casa.

Se si preferisce l’arredamento rustico, meglio ricorrere al legno allo stato naturale o verniciato. I pallet sono la soluzione migliore perché hanno una loro struttura su cui inserire solo le piante.

Se si preferisce lo stile moderno, meglio puntare sull’acciaio e sul vetro. Mentre la griglia conferisce resistenza e carattere alla struttura, i vasi in vetro di dimensioni e forme differenti regalano movimento e luminosità diffondendo luce e colori negli ambienti piccoli.

Anche la scelta delle piante ha un ruolo centrale, perché sono gli elementi fondamentali che trasmettono stile alla stanza. Per gli ambienti minimal, meglio puntare su piante a foglia chiara e con fiori dalle tinte neutre. Diversamente, se si vuole illuminare l’ambiente dobbiamo scegliere quelle con fiori colorati.

In ogni caso la scelta del giardino si deve adattare anche al tipo di parete e al rivestimento. In pietra, mattoni o legno, la struttura deve creare una continuità con il muro che la ospita.

Realizzare un giardino verticale nella tua casa non è di certo un lavori che puoi fare in autonomia. Devi rivolgerti a professionisti qualificati e di fiducia per avere un lavoro svolto a regola d’arte!

Vuoi realizzare il tuo giardino verticale? Contatta i nostri professionisti e richiedi un preventivo gratuito.