Consigli utili su come affrontare un trasloco

Devi cambiare casa e già pensi agli enormi e numerosi scatoloni da portare via e alla sporcizia che ci sarà dopo il trasloco? Ecco alcuni consigli su come affrontarlo.

Traslocare è una delle attività più impegnative e stressanti. Lasciare la vecchia casa per iniziare una nuova vita in un’altra abitazione per alcuni è anche entusiasmante, ma prima di lanciarsi in questa nuova avventura occorre completare il trasferimento delle proprie coserealizzare una pulizia approfondita del nuovo appartamento.

Nel migliore dei casi si dispone di un tempo sufficiente ad organizzare al meglio il trasloco e a dedicarsi alle pulizie necessarie. In molti altri casi accade che il trasferimento da una casa all’altra avviene in un periodo in cui occorre comunque conciliare i tempi del trasloco con gli orari di lavoro e gli impegni familiari.

Quando si pensa a tutto quel che c’è da fare è del tutto normale desiderare di avere una bacchetta magica con cui sistemare e pulire il tutto e godere finalmente della nuova casa.

trasloco scatoloni

Purtroppo il vero problema del trasloco è che, a differenza di molte altre attività che riguardano la gestione domestica e che possono essere completamente delegate ad altre persone, richiede un’attenzione particolare e personale nel trasferimento degli effetti personali più importanti.

Con un po’ di organizzazione però anche molte attività relative al trasloco possono essere delegate a personale di servizio e aziende qualificate in modo di diminuire la fatica e lo stress.

Organizzare il lavoro

Per realizzare un trasloco la prima cosa da fare è organizzare mentalmente i lavori. Ci saranno cose che non si possono o vogliono delegare. Ognuno ha una piccola serie di effetti personali che preferisce non far toccare ad altri perché hanno un valore affettivo speciale o perché sono particolarmente importanti.

Occorre prendere nota di tutto ciò che si ritiene opportuno curare personalmente e poi iniziare ad organizzare mentalmente ciò che si pensa di delegare.

In pochi istanti sarà chiaro che anche in un’attività impegnativa come il trasloco si possono affidare molti compiti, in primis la pulizia approfondita che si dovrà fare a trasloco completato.

Cosa fare dopo il trasloco

Svuotato il camion del trasloco e arrivati nella nuova casa, la prima cosa che devi fare è spostare tutti gli scatoloni in una stanza per poi collocarli, volta per volta, al loro posto.

Prima di tutto apri gli scatoloni d’emergenza e poi vai in ordine di urgenza e necessità. Il consiglio che posso darti è di fare, prima del trasloco, una lista di priorità.

Se hai creato un quaderno del trasloco, sul quaderno potresti identificare quali sono gli scatoloni più importanti e marcarli con una stella o un punto esclamativo. Lo stesso simbolo potrebbe essere riportato sullo scatolone e così sapresti di non seppellire questi scatoloni “urgenti” sotto a tutti gli altri.

trasloco pulizie

Inoltre, considerando la notevole quantità di carta che produrrai, organizzati con dei viaggi alla discarica. Taglia e ripiega gli scatoloni, per riporli in garage o in cantina (se ne hai una a disposizione) mentre attendi di andare alla discarica.

Pulizie finali

Pulire a fondo sia la casa vecchia dopo averla svuotata, sia la casa nuova dopo averla arredata da zero, non è semplice. Come tutto il processo del trasloco.

Ecco perché è bene affidarsi ad aziende specializzate che possono darti una mano e fare tutto il lavoro sporco al posto tuo!

Non sai a chi rivolgerti per le pulizie post trasloco? Contatta i nostri professionisti per avere maggiori informazioni e farti consigliare in base alle tue esigenze.