direzione lavori

Come si coordinano al meglio i lavori di ristrutturazione?

Hai bisogno di fare dei lavori in casa ma non sai come gestirli? Ecco 4 passi che devi seguire per coordinare al meglio i tuoi lavori di ristrutturazione.

Quando devi fare dei lavori in casa in cui è necessaria la manodopera di più artigiani, è necessario metterli in contatto tra loro. Ma chi se ne occupa?

Puoi scegliere di coordinare tu ogni artigiano oppure rivolgerti a un Direttore Lavori: questa figura può essere un architetto o un General Contractor e sarà lui a gestire e coordinare tutte le maestranze al posto tuo.

Il Direttore Lavori deve allestire un piano che raccolga le tempistiche di tutti gli artigiani coinvolti, sottoponendolo loro per approvazione. Tutti devono infatti esprimere il loro consenso al piano lavori, indicando di essere parte integrante al contratto di appalto.

Ma vediamo insieme nel dettaglio qual è l’iter burocratico di ristrutturazione da seguire, soprattutto se scegli di muoverti in autonomia.

1. Avvisare il Comune di Residenza

Prima di iniziare i lavori dovrai avvisare il tuo Comune di residenza. A livello comunale ci sono due modi per farlo: tramite notifica o tramite domanda di costruzione.

Ma capiamo insieme a cosa serve l’una e a cosa l’altra.

La Notifica (un semplice documento auto-compilabile che puoi richiedere
all’Ufficio Tecnico del tuo Comune) deve essere presentata quando vengono effettuati lavori di manutenzione che non incidono sulla volumetria della casa o sull’aspetto sostanziale della struttura.

È obbligatorio presentare la notifica all’Ufficio Tecnico del Comune soprattutto se vuoi evitare eventuali multe in futuro.

Il Comune, infatti, potrebbe decidere di fare die controlli e se dovesse chiederti i permessi per i tuoi lavori di ristrutturazione, è meglio che tu li abbia ottenuti ufficialmente.

direzione lavori

La Domanda di Costruzione, invece, si presenta in Comune quando si
vogliono effettuare lavori che apporteranno un cambiamento di volumetria o una trasformazione strutturale e sostanziale dell’edificio, come sopraelevazioni e ampliamenti.

In alcuni casi particolari la Domanda deve essere sottoposta direttamente al Cantone, ma sarà l’Ufficio Tecnico comunale ad informarti.

La Domanda di Costruzione deve essere presentata da un tecnico abilitato perché sono necessari dei documenti che solo un addetto ai lavori autorizzato (come un architetto o un ingegnere) può sviluppare.

Stiamo parlando di elaborati grafici, disegni e progetti preliminari. Non preoccuparti, se non hai un architetto di fiducia, le aziende di ristrutturazione ti aiuteranno a presentarli .

2. Attendere conferma dal Comune

Prima di iniziare i lavori, dovrai naturalmente attendere la risposta da parte del Comune.

Solitamente basta aspettare circa 30 giorni, durante i quali l’azienda di ristrutturazione effettuerà la modinatura, cioè fisserà nel terreno una sorta di struttura temporanea per dare un’idea dei nuovi volumi che si andranno a creare.

3. Tempistiche di realizzazione

Dal momento in cui ricevi il permesso hai a disposizione 1 anno di tempo
per iniziare i lavori
e massimo 3 anni per completarli (dipende dal
Comune). Oltre quei 3 anni dovrai ripresentare una nuova Domanda di
Costruzione.

ristrutturazione casa

4. Richiesta del mutuo

Se hai bisogno di un aiuto dalla banca e vuoi richiedere un mutuo, puoi farlo già in fase di preventivo (che deve essere accurato e articolato).

L’azienda di ristrutturazione può aiutarti anche in questo, articolando in modo particolare il preventivo a seconda delle richieste della banca o andando direttamente in banca per presentare i lavori e spiegarli nel dettaglio.

Per poter presentare la Notifica, la Domanda di Costruzione o richiedere il mutuo, dovrai quindi prima di tutto avere tra le mani un preventivo dettagliato.

Devi fare dei lavori di ristrutturazione e vorresti ricevere un preventivo dettagliato da aziende specializzate in Ticino? Contatta i nostri professionisti e richiedi un preventivo gratuito!