pavimento parquet

Come rinnovare il pavimento della tua casa

Vuoi cambiare il pavimento della tua casa ma non sai come fare? Se vuoi sostituire il tuo vecchio pavimento puoi scegliere se sovrapporne uno nuovo o rifarlo da zero. Ecco come fare.

Durante una ristrutturazione cambiare il pavimento è una scelta molto comune, dettata sia da motivi estetici che da motivi pratici e funzionali come la demolizione dei muri, una nuova distribuzione degli spazi o il rifacimento degli impianti.

Ci sono due modi per dare un nuovo look alla tua casa: sostituire il vecchio pavimento posandone uno sopra nuovo oppure togliere completamente quello esistente e rifarlo ex novo.

Pavimento sovrapponibile

I pavimenti sovrapponibili rappresentano un’efficace soluzione da adottare in fase di ristrutturazione, se non desideri rimuovere il pavimento esistente e se vuoi risparmiare tempo e denaro.

pavimento

Prima di posare un nuovo pavimento, devi verificare alcune condizioni di quello già presente:

  • planarità della superficie: deve essere piana, senza irregolarità, né convesse né concave
  • asciugatura: non deve esserci presenza di acqua o condensa superficiale
  • integrità: deve essere intatto, privo di fessure e parti danneggiate
  • resistenza meccanica: la presenza di rotture o lesioni indica una progressiva diminuzione della resistenza del materiale
  • compattezza ed omogeneità: deve essere in buone condizioni, ben ancorato, non deve presentare parti in fase di distacco o con fessure.

La mancata verifica di uno di questi requisiti può compromettere, con ingenti danni a posteriori, la sovrapposizione della nuova pavimentazione.

Ecco perché va sempre fatta prima dell’inizio del cantiere!

Quali sono i materiali che si possono sovrapporre?

Una volta verificato il pavimento di supporto, si può procedere con la posa del nuovo rivestimento.

La scelta dei materiali è vasta: pavimenti in ceramica, legno, laminato, PVC, resina o vinile, possono essere tutti posati in sovrapposizione.

Tra i materiali ceramici, il gres porcellanato è una tipologia particolarmente resistente e durevole, oltre che di grande impatto estetico.

pavimento gres

I pavimenti in resina sono una delle scelte più di tendenza in questo momento. Uno dei pregi maggiori di questo materiale è la possibilità di realizzare superfici monolitiche prive di soluzioni di continuità, senza le fughe caratteristiche delle piastrelle ceramiche.

L’uso di pavimenti vinilici adesivi si è da poco esteso al settore residenziale, grazie al miglioramento estetico del prodotto, dovuto all’apporto della computer grafica.

Oggi infatti con il PVC si può imitare qualunque materiale, tra cui marmo e parquet, non solo nell’aspetto, ma spesso anche al tatto.

Pavimento ex novo

L’alternativa più costosa e dispendiosa per tempi e difficoltà di realizzazione è quella della rimozione completa del pavimento esistente per effettuarne la posa di uno completamente nuovo.

La sostituzione del vecchio pavimento spesso è dovuta a questioni estetiche o tecniche: non si trova il materiale adatto da poter sovrapporre oppure il pavimento non risponde alle condizioni necessarie per procedere con la sovrapposizione.

È necessario smantellare il vecchio pavimento anche se si vogliono rinnovare gli impianti sottostanti.

Questo intervento è naturalmente più invasivo e costoso!

Nonostante ciò, la demolizione della superficie esistente non pone particolari problemi di spessore del pavimento, pertanto, puoi scegliere tra tutte le tipologie di parquet, laminati e pavimenti vinilici disponibili sul mercato.

pavimento arredo

Vuoi cambiare il pavimento della tua casa ma non sai se puoi fare una sovrapposizione o se devi rifarlo nuovo? Contatta i nostri professionisti, richiedi un preventivo e scegli in sicurezza come sostituire il tuo vecchio pavimento.